I migliori altoparlanti wireless

I migliori diffusori wireless del 2022 sono disponibili in una varietà di dimensioni e design, con numerose funzioni tecnologiche integrate. Ci sono diffusori compatti con assistente vocale che diffondono la vostra musica preferita mentre lavorate, così come enormi dispositivi multi-room che possono riempire di musica tutta la vostra casa. Ma qual è il migliore in questo momento? Leggete la nostra guida sui migliori diffusori wireless e scopritelo subito!

Ben Grindlow

Ben Grindlow è il fondatore di ProXPN, un'azienda che fornisce recensioni su prodotti e servizi VPN. L'interesse di Ben per la sicurezza informatica e la privacy lo ha portato a fondare ProXPN, che è diventato uno dei fornitori di VPN più apprezzati al mondo. Ben è appassionato del suo lavoro ed esplora costantemente nuovi modi per migliorare le guide approfondite di ProXPN.

Ultimo aggiornamento: 16:16 PM 6/30/2022

Scelte dell'esperto ProXPN

4.9/5
3.5/5
4.9/5
3.5/5
4.9/5
3.5/5

Indice dei contenuti

Il fornitore di VPN leader e più sicuro al mondo

🔥 Risparmiate 60%! 🔥

Gli appassionati di musica e di connessioni wireless possono ottenere il meglio di entrambi i mondi acquistando i migliori altoparlanti wireless. C'è molto al di là del Bluetooth e non è necessario rinunciare alla qualità dell'audio per sbarazzarsi di fili e cavi extra. Se non conoscete tutti i dettagli degli altoparlanti WiFi (senza fili) e non sapete cosa cercare, abbiamo pensato a voi. Abbiamo analizzato la copertura, le capacità di streaming, le caratteristiche, le dimensioni dell'apparecchio e il supporto delle app domestiche di ciascuno dei nostri 5 migliori diffusori.

Leggete la nostra recensione dei 5 migliori diffusori wireless per capire qual è il più adatto a voi, e preparatevi a dire addio a quei cavi non tanto amati. Iniziamo con una panoramica e con le nostre migliori scelte, poi entreremo nei dettagli.

#1 Naim Mu-so QB di seconda generazione

Il miglior altoparlante wireless del 2022

Abbiamo assegnato al Naim Mu-so QB 2nd Gen un punteggio di 9.9 su 10. Il Naim Mu-so offre ottime possibilità di posizionamento, molte opzioni per la connessione ed è compatibile con l'assistente intelligente di casa, anche se dovrete pagare per tutte queste funzioni.

  • Include: 1 diffusore
  • Dimensioni: Medio (15 - 25 cm)
  • Streaming: Apple Music, Google Play Music, Spotify, vTuner
  • Multi-room: Sì
  • Microfono incorporato: No
  • Casa intelligente: Apple HomeKit, Google Assistant

#2 Sonos One

Il miglior altoparlante wireless del 2022

Abbiamo assegnato un punteggio di 9,2 al Sonos One, un diffusore wireless solido e conveniente. Il Sonos One emette un suono eccellente ed è in grado di percepire l'acustica dell'ambiente circostante e di regolare il suono di conseguenza, il che è un'ottima caratteristica. Il tutto a un prezzo ragionevole.

  • Include: 1 diffusore
  • Dimensioni: Medio (15 - 25 cm)
  • Streaming: Deezer, Google Play Music, Juke, Napster, Qobuz, Rdio, Spotify, Tidal, iTunes
  • Multi-room: Sì
  • Microfono incorporato: Sì
  • Casa intelligente: Amazon Alexa, Google Assistant

I 5 migliori altoparlanti wireless

  1. Naim Mu-so QB 2nd Gen - È la scelta migliore in assoluto tra i diffusori wireless. Sebbene valga quello che si paga, non è dotato di economico.
  2. Sonos One - Un buon equilibrio tra economicità e suono eccellente.
  3. KEF LSX - Un set di due diffusori che vi consentirà di avere ottime capacità di diffusione WiFi in un paio di stanze diverse.
  4. JBL Link Portable - Per chi è sempre in movimento, il JBL Link Portable è un'opzione attraente e portatile.
  5. Samsung HW-MS650 - Gli amanti della televisione apprezzeranno questa eccellente soundbar WiFi, che può essere installata sotto il televisore.

Cosa sono i diffusori WiFi?

Probabilmente conoscete gli altoparlanti Bluetooth, che riproducono la musica senza dover essere collegati a un dispositivo. Anche gli altoparlanti WiFi o wireless possono riprodurre la musica senza fili, ma in genere possono vantare una qualità audio migliore rispetto agli altoparlanti Bluetooth.

I diffusori WiFi offrono un suono eccellente perché possono ricevere segnali in uno spazio più ampio e con maggiore affidabilità. È possibile controllare più diffusori contemporaneamente con un solo dispositivo e, se lo si desidera, riprodurre qualcosa di diverso in stanze diverse. Ad esempio, si potrebbe voler far suonare la radio in cucina mentre qualcuno sta guardando un film in un'altra stanza.

Gli svantaggi degli altoparlanti wireless sono due: 1) un altoparlante Bluetooth è molto più portatile in generale, anche se non sempre, come si vedrà più avanti; e 2) gli altoparlanti WiFi a volte funzionano solo con l'applicazione fornita dal marchio dell'altoparlante; in altre parole, alcuni altoparlanti non consentono di ascoltare Spotify direttamente dal cellulare.

Ogni altoparlante wireless ha le proprie caratteristiche, quindi leggete attentamente il nostro riepilogo e non fate ipotesi su nessuno di essi. Segue una descrizione più dettagliata di ciascuno dei nostri 5 migliori diffusori WiFi e delle loro funzionalità.

Dettagli sui migliori altoparlanti wireless

1. Naim Mo-su QB di seconda generazione

Il miglior altoparlante wireless del 2022

  • Include: 1 diffusore
  • Dimensioni: Medio (15 - 25 cm)
  • Streaming: Apple Music, Google Play Music, Spotify, vTuner
  • Multi-room: Sì
  • Microfono incorporato: No
  • Casa intelligente: Apple HomeKit, Google Assistant

Il Mo-su QB di seconda generazione è un aggiornamento di un dispositivo che già all'inizio era un prodotto eccellente. Questo diffusore wireless ha avuto bisogno di pochi aggiornamenti dal punto di vista estetico, in quanto era già un'unità elegante che non era necessario nascondere alla vista. Ha lo stesso bel quadrante sulla parte superiore della versione precedente, ma Naim ha aggiunto un'illuminazione.

La bellezza è ciò che è, ma quando si scende al di sotto della superficie, il diffusore Mo-su QB 2nd Gen si distingue veramente.

Qualità audio al top

Sotto la griglia è presente una combinazione di diffusori stereo a tre vie con unità di pilotaggio dei medi e dei bassi migliorate e ottimizzate. Il diffusore trasmette più lontano e con maggiore efficacia grazie a un woofer che punta il suono in avanti e a tweeter e midrange che puntano le onde sonore verso l'esterno.

Il Mu-so QB bilancia abilmente il peso dei bassi e la potenza delle basse frequenze senza sacrificare minimamente la precisione, producendo un palcoscenico potente nella vostra stanza.

Rispetto al suo predecessore, sono stati apportati miglioramenti che si traducono in una maggiore apertura uditiva, il che è notevole per un diffusore di queste dimensioni. Il Mu-so QB 2nd Gen crea tutta la forza del cuore della musica, pur mantenendo una qualità leggera con un'efficace dispersione del suono.

È anche molto agile su entrambe le estremità della gamma sonora. Un riff di chitarra funky viene fuori con un rombo impressionante che può trasformarsi in un attimo in musica classica di registro superiore senza perdere un colpo.

Anche la connettività è abbondante, perché Naim ha dedicato tre anni di lavoro ingegneristico alla creazione di una nuova piattaforma di streaming. Il diffusore è dotato di un telecomando se, per qualche motivo, non si desidera utilizzare l'applicazione.

Tutte le caratteristiche del Mu-so QB 2nd Gen includono un'ampia scelta di streaming. Questo diffusore Naim ora include Chromecast integrato, Apple AirPlay 2 e lo streaming Bluetooth, per non parlare di Spotify Connect, Roon Ready, Internet radio e Tidal, che potete provare gratuitamente per 90 giorni.

Se siete disposti ad acquistare uno o più diffusori Naim aggiuntivi insieme a questo, potete creare a casa vostra un sistema multiroom di fascia alta in grado di gestire cinque prodotti Naim in streaming.

Punti di forza:

  • Qualità del suono da sala da concerto con un unico diffusore wireless
  • Installazione rapida e una configurazione fluida sulla piattaforma di streaming di Naim
  • Più un telecomando

Punti deboli:

  • Perché non venderlo in un set di diffusori multipli, viste le sue capacità?

#2 Sonos One

Il miglior altoparlante WiFi del 2022

  • Include: 1 diffusore
  • Dimensioni: Medio (15 - 25 cm)
  • Streaming: Deezer, Google Play Music, Juke, Napster, Qobuz, Rdio, Spotify, Tidal, iTunes
  • Multi-room: Sì
  • Microfono incorporato: Sì
  • Compatibilità con la casa intelligente: Amazon Alexa, Google Assistant

Gli audiofili che operano con un budget limitato dovrebbero essere soddisfatti del diffusore Sonos One WiFi, soprattutto per il prezzo. Qualità del suono favolosa da un dispositivo elegante e attraente.

Questo altoparlante wireless vanta una piattaforma multi-room e la piena connettività con Amazon Alexa e Google Assistant. Ma non finisce qui.

Altoparlanti wireless con controllo vocale

Se avete voglia di un brano specifico su Spotify, il sistema risponde al vostro comando vocale per riprodurlo. Se vi sentite in vena di festeggiamenti, potete usare l'app Sonos per raggruppare tutti i diffusori di un piano e farli suonare tutti la stessa canzone.

Nella nostra top 5 troverete diffusori più potenti e più costosi di questo, ma il Sonos One potrebbe essere la scelta migliore sul mercato per la maggior parte delle persone in questo momento. Prendete il diffusore wireless Sonos One per ascoltare In My Mind di Dynoro e godrete dei bassi pieni e del suono energico.

Se le cose belle arrivano in piccole confezioni, il Sonos One è una piccola confezione a un prezzo ragionevole che offre una potenza sonora impressionante alla vostra festa, anche se scegliete brani musicali relativamente complicati. Il Sonos One è dotato di un microfono integrato che rileva l'acustica dello spazio in cui si trova e regola la riproduzione del suono di conseguenza.

Ad esempio, un brano con più strumenti che entrano ed escono dalla canzone, come Pain dei War on Drugs, viene riprodotto chiaramente nonostante la complessità del suono. Ciò è dovuto in parte al modo in cui il diffusore ha adattato il suo suono alla qualità particolarmente risonante della mia stanza.

Tuttavia, se si desidera una vera separazione del suono, si potrebbe scegliere di installare una coppia di diffusori stereo piuttosto che l'unico diffusore di questo pacchetto. Considerando le dimensioni e il prezzo del Sonos One, tuttavia, è difficile lamentarsi, soprattutto se si possono aggiungere altri diffusori Sonos alla configurazione per ottenere un effetto stereo.

Punti di forza:

  • L'unico piccolo diffusore produce una potenza impressionante.
  • Sonos regola l'emissione sonora in base all'acustica individuale della stanza.

Punti deboli:

  • Il WiFi è l'unico modo per collegarsi a questo diffusore. Sarebbe opportuno disporre di altre opzioni.

#3 KEF LSX

Il miglior set di altoparlanti wireless

  • Include: 2 altoparlanti
  • Dimensioni: Medio (15 - 25 cm)
  • Streaming: Spotify, Tidal, AirPlay 2
  • Multi-room: Sì
  • Microfono incorporato: No
  • Compatibilità con le case intelligenti: nessuna

Il KEF LSX, con un prezzo di circa 1200 euro, è una versione più piccola del pluripremiato sistema di streaming wireless LS50 di KEF, che vi avrebbe fatto spendere altri 700 euro. Un ingombro ridotto e un prezzo più accessibile: cosa c'è di meglio?

Utilizzate l'LSX per riprodurre la musica dall'app KEF Stream tramite Ethernet o WiFi. Sono inclusi anche Spotify e AirPlay 2. Mentre il diffusore principale LSX ignora le vecchie connessioni RCA e USB, gli ingressi ausiliari ottici e da 3,5 mm sul diffusore principale LSX consentono di collegare TV e dispositivi portatili, inoltre è possibile alzare i bassi del sistema utilizzando l'uscita del subwoofer.

Le dimensioni dell'uscita sonora dell'LSX si avvicinano molto a quelle del Naim Mu-so citato in precedenza, nonostante i dispositivi e i driver più piccoli. Basta ascoltare il sereno duo di batteria e chitarra di Jubilee Street di Nick Cave per capire che questi diffusori wireless KEF "mettono in pratica ciò che predicano", come dice la canzone. L'LSX conferisce un'ammirevole trasparenza a tutti i toni della gamma di sonorità della chitarra e all'enfasi varia del chitarrista su ciascun tono.

Non si tratta solo della quantità di dettagli che i diffusori espongono, ma anche della discrezione dinamica che offrono. Il posizionamento delle voci cristalline è considerato non meno delle campane che suonano sottilmente accanto ad esse.

Il caratteristico "Music Integrity Engine" di KEF controlla l'elaborazione del segnale digitale del diffusore per garantire che il tempo sia preciso come si potrebbe desiderare in qualsiasi dispositivo audio. Passando poi a Ljósið di Olafur Arnalds, l'LSX si dimostra pienamente all'altezza del compito. I toni del pianoforte sono lussureggianti, morbidi e precisi, mentre il diffusore è abbastanza flessibile da riprodurre la diversa pressione del pianista sui tasti e la consistenza dell'accompagnamento del violino. L'LSX offre una piacevole esperienza di ascolto.

Punti di forza:

  • I due diffusori in dotazione al KEF LSX vi avvolgeranno con toni ricchi e realistici.
  • Il tempismo dell'audio è abbastanza preciso nel diffusore KEF LSX WiFi da permettere all'orecchio di percepire anche il più piccolo suono.

Punti deboli:

  • Purtroppo i doppi altoparlanti non funzionano con l'assistente intelligente della casa.

#4 JBL Link portatile

Il miglior altoparlante WiFi portatile

  • Include: 1 diffusore
  • Dimensioni: Medio (15 - 25 cm)
  • In streaming: Apple Music, Google Play Music, YouTube, iTunes
  • Multi-room: No
  • Microfono incorporato: No
  • Compatibilità con la casa intelligente: Assistente Google

Il diffusore wireless JBL Link Portable fa praticamente tutto, in quanto offre il supporto vocale in vivavoce, una custodia di ricarica e lo streaming wireless tramite Wi-Fi o Bluetooth, cosa che molti diffusori Bluetooth portatili della stessa fascia di prezzo (sotto i 200 euro) non possono affermare di fare. Le aziende che competono con il JBL Link Portable potrebbero sentirsi un po' preoccupate.

Quando l'ascoltatore si muove nella stanza, il suono del JBL Link Portable rimane piacevolmente omogeneo. Durante l'esecuzione di All For Us di Labrinth e Zendaya, abbiamo goduto di un suono completamente aperto, con ampio spazio per la batteria e le voci furiose che si sviluppano con slancio. Le voci di sottofondo hanno un suono sorprendentemente avvolgente, mentre il sintetizzatore guida l'attacco sonoro.

Questo piccolo diffusore non può naturalmente offrire la qualità dei diffusori attivi con l'amplificazione integrata, ma il suono è comunque soddisfacente.

Un punto debole del diffusore JBL Link Portable è la gestione della gamma alta. Le voci leggermente ovattate del registro superiore hanno un profilo sonoro equilibrato in questo brano, un orientamento Hi-Fi che è audace dato l'ingombro ridotto, ma i bassi del JBL Link Portable sono più potenti della maggior parte degli altri della sua categoria, alla pari con il Pro Sound a 360 gradi di JBL.

Il JBL Link Portable può sembrare leggermente insoddisfacente per gli ascoltatori che preferiscono diffusori con un suono più focalizzato sugli alti e giocoso. La domanda che dovreste porvi è se preferite un suono più ampio, raffinato ed espansivo, oppure un suono con energia e potenza fino ai toni medi e alti.

Sia il WiFi che il Bluetooth si collegano facilmente al JBL Link Portable quando si utilizza rapidamente l'Assistente Google integrato. In alternativa, è possibile collegarsi al diffusore utilizzando l'app Google Home per Android e iOS.

Un'altra funzione è l'utilizzo di AirPlay 2 attraverso l'app Apple Home sul dispositivo iOS. È possibile collegare il proprio account Spotify all'app Google Home e iniziare a utilizzare i comandi vocali e lo streaming musicale. Per utilizzare Tidal è necessario utilizzare AirPlay 2 o Chromecast.

Punti di forza:

  • Il JBL Link Portable emette un suono di alta qualità, soprattutto se si considera il suo ingombro ridotto.
  • È possibile utilizzare l'altoparlante anche se si è lasciato lo smartphone in un'altra stanza, poiché è dotato di Google Assistant.

Punti deboli:

  • Installare il JBL Link Portable con attenzione per garantire l'accesso a un segnale WiFi potente.
  • Questo diffusore è tutto incentrato sui bassi, ma se preferite più acuti potreste continuare a cercare.

#5 Samsung HW-MS650

La migliore Soundbar WiFi

  • Include: 1 diffusore
  • Dimensioni: Molto grande (100 - 110 cm)
  • Streaming: Spotify, Deezer, Tidal, Amazon Music, TuneIn e Pandora, ecc.
  • Multi-room: No
  • Microfono incorporato: No
  • Compatibilità con le case intelligenti: nessuna

Gli appassionati del grande schermo saranno soddisfatti della qualità di questa soundbar WiFi, considerando il suo prezzo. Il sistema MS650 connessione Le possibilità includono un sistema HDMI loop-through con capacità 4K, ingressi audio ottici e ausiliari e un'uscita per aggiungere un subwoofer opzionale, oltre agli attesi Wi-Fi e Bluetooth.

Alcuni potrebbero desiderare un altro ingresso HDMI, ma c'è sempre la possibilità, se necessario, di inviare più sorgenti audio attraverso l'uscita audio del televisore.

In termini di qualità del suono, le dimensioni e l'intensità del suono dell'HW-MS650 durante la riproduzione dei film offrono una colonna sonora potente, soprattutto in modalità surround, fantastica per un sistema a tre canali. L'HW-MS650 è in grado di creare un muro di suono incredibilmente intenso intorno allo spettatore del film.

Questo diffusore si comporta allo stesso modo anche se si ascolta musica vocale, senza degradare il suono delle voci e senza toni bassi eccessivi.

Quando si desidera un basso intenso, tuttavia, è possibile utilizzare l'estensione dei bassi dell'MS650, che amplifica i bassi per mettervi nell'occhio del ciclone. Rimarrete impressionati dalla resa di un solo diffusore wireless.

Punti di forza:

  • L'HW-MS650 costruisce un solido muro di suono con la modalità surround attivata.
  • Le opzioni di connettività vanno dall'HDMI al Wi-Fi e al Bluetooth.

Punti deboli:

  • Samsung avrebbe dovuto includere un subwoofer.

Guida all'acquisto

Come per molte scelte nella vita, non esiste un unico articolo migliore che renda tutti felici. La scelta dipende dalle preferenze, dalle priorità e dalle stanze in cui si desidera ascoltare la musica. Ecco alcune considerazioni che vi aiuteranno a capire quale diffusore wireless sarà la scelta migliore per le vostre esigenze individuali.

Dispositivi intelligenti o funzioni intelligenti

Altoparlanti intelligenti come il JBL Link Portable o il Sonos One sono attualmente molto venduti e sempre più aziende producono prodotti simili.

I dispositivi che riconoscono il parlato hanno fatto passi da gigante e l'uso del parlato è un modo piacevole e a mani libere per alzare o abbassare il volume o passare a una canzone o a un programma diverso, invece di cercare il telecomando alla vecchia maniera. Tuttavia, video e musica non sono tutto: alcuni altoparlanti intelligenti sono in grado di comunicare le previsioni del tempo, inviare messaggi o creare un promemoria.

La vostra casa è già dotata di dispositivi intelligenti che rispondono ai comandi vocali? Se è così, tenete d'occhio gli altoparlanti WiFi che includono microfoni o assistenti intelligenti, per mantenere tutto in casa completamente integrato.

Supporto per le app

Già che ci siete, informatevi anche se il diffusore wireless che desiderate funziona con le applicazioni musicali e audio che già utilizzate. Ad esempio, molti diffusori WiFi funzionano con Spotify e Tidal, ma vale la pena di verificare.

In particolare, pensate a dove conservate la vostra musica. Utilizzate iTunes, Google Play Music o Amazon Music? Non tutti i prodotti supportano tutte e tre le applicazioni, anche se Sonos, per citarne una, lo fa.

Compatibilità con gli smartphone

Prima dell'acquisto, accertatevi che il diffusore funzioni con il vostro o i vostri dispositivi, siano essi smartphone o tablet. In genere la maggior parte degli altoparlanti è compatibile con i dispositivi Android e iOS, ma la compatibilità varia da un prodotto all'altro.

Alcune funzioni specifiche di alcuni prodotti possono supportare un tipo di telefono e non un altro. Un esempio è il sistema di sintonizzazione Trueplay di Sonos, che non funziona sui telefoni Android, ma solo sugli iPhone. Il nostro consiglio è quello di prendere in considerazione tutti i dispositivi e di leggere la descrizione dettagliata di ogni diffusore wireless per essere sicuri che sia in grado di soddisfare le vostre esigenze.

Audio multi-room

Se vi spostate spesso da una stanza all'altra quando siete a casa (soprattutto le mamme possono capirlo), apprezzerete il fatto che i diffusori wireless possono essere impostati per suonare in più stanze, a condizione che queste ultime siano dotate di diffusori collegati. Si tratta di una funzione che non è possibile ottenere con un diffusore Bluetooth, mentre i diffusori wireless possono assicurarvi di non perdere nemmeno una nota o una parola.

Per l'audio in più ambienti, consigliamo i diffusori Sonos o anche i MusicCast di Yamaha e i SoundTouch di Bose, che non sono stati inseriti nella nostra top 5 ma sono comunque perfettamente adatti a questo scopo. Sono tutti abbastanza piccoli da poter essere installati come diffusori da scaffale se lo spazio è limitato.

A seconda di quanto si è audiofili, si possono fare altre scelte. Se i film sono così importanti da desiderare un home theater, acquistate un ricevitore AV di alta qualità per ottenere un'ottima qualità del suono. Se siete musicisti o produttori musicali e avete uno studio domestico, potreste acquistare un monitor da studio che vi aiuti a sentire ogni minima sfumatura.

In generale, il nostro consiglio è di pensare a ciò che migliorerebbe maggiormente la vostra esperienza e di controllare le specifiche del diffusore wireless che state considerando.

Domande frequenti

Qual è il miglior diffusore wireless per voi?

Non esiste una risposta univoca. La scelta migliore dipende naturalmente da ciò che apprezzate di più. Se la vostra motivazione è la massima qualità, pensiamo che vi piacerà il Naim Mu-so QB 2nd Gen. Se il vostro budget è il fattore limitante, vi consigliamo il Sonos One. Se la portabilità è la caratteristica principale, ci piace il JBL Link Portable. Infine, se non potete fare a meno dei vostri programmi televisivi, provate il Samsung HW-MS650 per il vostro piacere di vedere e ascoltare.

Come funzionano?

Il problema principale dei diffusori wireless è la potenza del segnale WiFi con cui devono lavorare. Se il segnale è debole, il diffusore non può fare molto.

Oltre a questo, le possibilità di configurazione del diffusore sono molteplici. Avrete un unico sistema audio e potrete utilizzare la maggior parte dei dispositivi intelligenti della vostra rete per controllare il diffusore. Inoltre, è possibile ampliare il sistema di diffusori in qualsiasi momento, coprendo altre stanze secondo le necessità. Con questo sistema, la musica che ascoltate proviene dalla vostra collezione personale o è trasmessa in streaming da un sito esterno, e le altre applicazioni di rete non si intromettono nel brano che state ascoltando. Il grande vantaggio dei diffusori wireless rispetto a quelli Bluetooth è che i file di dati vengono compressi per il WiFi in modo da preservare la qualità del suono: se si dispone di file musicali ad alta risoluzione (Hi-Res), si sentirà infatti musica Hi-Res sul diffusore wireless.

Conclusione

Indipendentemente dal vostro budget o dalle vostre preferenze individuali, potrete trovare un buon diffusore wireless in grado di soddisfare le vostre esigenze. Nel creare questo elenco dei 5 migliori altoparlanti wireless, ci siamo necessariamente concentrati su quelli disponibili nel nostro paese e abbiamo dovuto ignorare molti altri altoparlanti wireless che potrebbero essere altrettanto soddisfacenti. In ogni caso, la nostra selezione vi darà un'idea di ciò che è disponibile sul mercato e delle caratteristiche a cui dovreste pensare prima di acquistarne uno.

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensate della nostra top 5 dei diffusori wireless e se pensate di acquistarne uno. O se vi siete già regalati un nuovo altoparlante WiFi, ne siete soddisfatti?

Domande frequenti

L'aspetto più importante da considerare quando si acquista un altoparlante Bluetooth è la qualità del suono del dispositivo. È necessario prestare attenzione alla distorsione armonica complessiva, che deve essere inferiore all'1%. Un'altra cosa da ricordare è che deve avere una gamma di frequenza compresa tra 100 Hz e 20 kHz.

  • Google Home Max
  • Naim Mu-So Qb
  • Sonos Arc
  • Altoparlante portatile Bose Home
  • KEF LS50 Wireless II

Esistono due opzioni per il wireless: WiFi e Bluetooth. I diffusori WiFi comunicano con la rete domestica. Poiché la maggior parte di essi utilizza l'alimentazione CA, richiedono quasi sempre una connessione. I diffusori Bluetooth si collegano immediatamente a uno smartphone o a un computer portatile senza bisogno di alcuna configurazione.

I requisiti minimi per i diffusori home theater wireless sono i seguenti: È necessario un trasmettitore per inviare i segnali audio necessari e un ricevitore wireless per ricevere i segnali audio trasmessi in una configurazione di diffusori wireless.

L'adattatore Bluetooth può essere collegato all'ingresso AUX dell'autoradio, generalmente un collegamento da 3,5 mm. Una volta collegato, è necessario collegare i diffusori wireless all'adattatore Bluetooth.

Proteggete la vostra privacy digitale e rimanete al sicuro su Internet

Siete curiosi di conoscere le scelte dei nostri esperti di privacy?