Le VPN possono essere tracciate dal governo?

Sebbene molti servizi VPN affidabili siano in grado di impedire al governo di vedere e interferire con la vostra attività online, questo non implica necessariamente che le autorità non possano rilevare che state utilizzando una VPN. Iniziate a leggere la nostra guida e scoprite tutto su questo importante argomento.

Ben Grindlow

Ben Grindlow è il fondatore di ProXPN, un'azienda che fornisce recensioni su prodotti e servizi VPN. L'interesse di Ben per la sicurezza informatica e la privacy lo ha portato a fondare ProXPN, che è diventato uno dei fornitori di VPN più apprezzati al mondo. Ben è appassionato del suo lavoro ed esplora costantemente nuovi modi per migliorare le guide approfondite di ProXPN.

Ultimo aggiornamento: 16:16 PM 6/30/2022

Scelte dell'esperto ProXPN

4.9/5
3.5/5
4.9/5
3.5/5
4.9/5
3.5/5

Indice dei contenuti

Il fornitore di VPN leader e più sicuro al mondo

🔥 Risparmiate 60%! 🔥

Per chi ha familiarità con Internet, il concetto di sorveglianza governativa non dovrebbe essere una novità. Con il passare del tempo, purtroppo, è diventato un fatto spiacevole della vita. Purtroppo, la storia non finisce qui. Al momento, le agenzie governative impiegano una serie di metodi per tenere sotto controllo le attività online dei loro cittadini.

Di conseguenza, per criptare le informazioni sensibili online, è necessario utilizzare una rete privata virtuale (VPN). Tuttavia, resta da chiedersi se le agenzie governative possano tracciarvi anche se utilizzate una rete privata virtuale (VPN).

Le agenzie governative possono tracciare i vostri movimenti se utilizzate una VPN?

Sì, anche se utilizzate una rete privata virtuale (VPN), le agenzie governative possono rintracciarvi. Prendiamo, ad esempio, il Great Firewall of China (GFW) cinese, che si basa molto sul metodo della deep packet inspection (DPI) per bloccare il traffico degli utenti VPN al fine di mantenere la sicurezza.

  • In questa situazione, è preferibile utilizzare un servizio VPN che fornisca posizioni di server offuscate. Oltre all'utilizzo di server offuscati, è necessaria una politica di non registrazione per evitare di essere sottoposti a tattiche di sorveglianza governativa.
  • Inoltre, un servizio VPN deve includere una serie di funzioni di sicurezza quali, tra l'altro, un Internet kill switch, una protezione contro le perdite DNS e una protezione contro le perdite WebRTC.

Poiché queste funzioni non sono fornite dal vostro servizio VPN, potreste trovarvi in guai seri e subire sanzioni severe, tra cui una possibile detenzione.

Una VPN nasconde le vostre attività al governo?

Anche se una VPN non è in grado di nascondere la propria attività dal governo, renderà molto più difficile per loro rintracciarvi. Una VPN cripta il vostro traffico e lo instrada attraverso un server in un'altra località, rendendo difficile per chiunque sapere dove siete o cosa state facendo.

Inoltre, un servizio VPN dispone in genere di una serie di server in diversi Paesi, rendendo ancora più difficile per il governo tracciare la vostra attività.

Se siete preoccupati che il governo possa tracciare le vostre attività, vi consigliamo di utilizzare un servizio VPN che abbia una rigorosa politica di non registrazione. Ciò significa che il provider VPN non conserva alcun registro delle vostre attività, rendendo impossibile per il governo tracciare le vostre attività.

È possibile per la polizia rintracciare un utente VPN?

La polizia è responsabile dell'individuazione e della prevenzione dei reati entro i confini della giurisdizione assegnatale. Inoltre, è responsabile del mantenimento dell'ordine pubblico nella comunità.

La VPN può essere tracciata dall'FBI?

L'FBI è un'agenzia di polizia responsabile dell'individuazione e della prevenzione del crimine negli Stati Uniti. Inoltre, è responsabile delle indagini sui casi che rientrano nella sua giurisdizione.

  • Come le agenzie governative quali la DEA (Drug Enforcement Agency) e l'ATF (Bureau of Alcohol, Tobacco, and Firearms), l'FBI può richiedere agli ISP di fornire i log delle connessioni o dell'utilizzo di specifici utenti VPN su richiesta di un tribunale.

Come già detto in precedenza, gli ISP sono consapevoli dell'esistenza di abbonati che utilizzano regolarmente reti private virtuali (VPN). Di conseguenza, possono informare la polizia che deve consultare i fornitori di VPN se vuole ottenere informazioni sui luoghi online sotto forma di registri di connessione, registri di utilizzo o una combinazione dei due.

I governi sono interessati a monitorare le attività online dei propri cittadini

Diverse applicazioni basate sul web tracciano le attività online dei loro utenti per migliorare i loro servizi. Il vantaggio è che le preferenze degli utenti possono essere prese in considerazione per fornire servizi personalizzati. Allo stesso modo, i governi registrano intenzionalmente le attività di navigazione in rete dei loro cittadini per proteggerli da una serie di minacce informatiche.

  • Tuttavia, non tutto è così roseo come sembra quando si tratta di attività di spionaggio governativo. Dovete essere consapevoli che i vostri dati online possono finire nelle mani sbagliate di criminali informatici, che potrebbero utilizzarli per perseguire i loro obiettivi illeciti.
  • Per le società di marketing o di pubblicità di terze parti, le informazioni fornite dall'utente durante la visita a vari siti web sono un'ancora di salvezza vitale.

Conclusioni sul tracciamento delle VPN da parte del governo

Le agenzie governative possono facilmente monitorare le vostre attività online se non utilizzate una rete privata virtuale (VPN). Hanno l'autorità di richiedere ai vostri fornitori di servizi Internet (ISP) di fornire loro tutte le vostre informazioni, comprese le ricerche sul web, le attività di streaming multimediale e così via, ogni volta che lo richiedono.

Inoltre, quando vi connettete a una VPN, possono comunque dire che siete connessi a un server VPN, anche se non lo siete. Non saranno in grado di tracciare le vostre attività online se utilizzate un servizio VPN. Detto questo, hanno l'autorità di richiedere informazioni sulle attività di navigazione dei loro utenti ai fornitori di VPN e ai fornitori di servizi Internet (ISP).

Se una VPN aderisce alla lettera al concetto di politica di no-logging, c'è la possibilità che il governo non riesca a ottenere le informazioni richieste sui suoi utenti.

Domande frequenti

La polizia non può accedere al traffico VPN crittografato in diretta, ma può ottenere i log di utilizzo o di connessione dal vostro ISP se dispone di un ordine del tribunale. Poiché il vostro ISP sa che state utilizzando una VPN, potrebbe aiutare la polizia a trovarvi.

Il vostro ISP sa che state utilizzando una VPN solo quando vi connettete a Internet attraverso di essa. Poiché il vostro vero indirizzo IP non può essere trovato, il servizio vedrà il suo indirizzo IP invece del vostro quando sarete connessi a un server.

Alcuni governi di tutto il mondo non amano le reti private virtuali o VPN. Il motivo principale è che le VPN rappresentano una sfida significativa per qualsiasi governo che tenti di monitorare e regolare l'utilizzo di Internet nella nazione.

La nuova normativa che richiede la raccolta e la conservazione delle informazioni degli utenti mette in discussione la nozione stessa di VPN. Secondo un ordine del CERT-In, le aziende di reti private virtuali (VPN) in India devono raccogliere e conservare i dati dei clienti per almeno cinque anni.

Una rete privata virtuale (VPN) maschera la vostra posizione. L'indirizzo IP può rivelare la vostra posizione, ma non sempre è corretto. In genere, il vostro IP può mostrare solo le informazioni fornite dal vostro ISP, come la città o il luogo in cui si trovano i server Internet a cui siete connessi.

Proteggete la vostra privacy digitale e rimanete al sicuro su Internet

Siete curiosi di conoscere le scelte dei nostri esperti di privacy?